Noemi Romanò: «Esordire sabato scorso è stata una gioia inaspettata. A Pordenone dovremo vincere per continuare a risalire in classifica»

E ora altri tre punti. Dopo la vittoria casalinga contro Bedizzole per 3 a 1, che oltre a fare bene al morale ha portato tre punti importanti, VIVIgas si appresta ad affrontare la trasferta a Pordenone in casa del Bioxigen con il chiaro obiettivo di fare altri tre passi avanti. Sabato scorso, contro il Bedizzole, molte sono state le note positive, una su tutte la partita giocata dal libero Noemi Romanò, schierata da Greca Pillitu titolare dall’inizio, che spiega come VIVIgas si appresta ad affrontare la nona giornata di campionato, partendo però raccontando la sua prima da titolare in questo campionato. «Dopo tre anni che sono in serie B1, non mi era mai capitato di giocare titolare dall’inizio. È stata una forte emozione, perché l’ho saputo proprio prima di iniziare la partita, così come sono stata contenta di vedere le compagne felici per la scelta di farmi giocare. Devo dire che è andata bene, soprattutto nel primo set, a parte un po’ di tensione ed agitazione cose ovviamente normali, e sono soddisfatta anche per le parole che mi ha detto Greca a fine partita». Una partita dunque con molte note positive, ma anche con qualche sbavatura da far sparire già a partire da Pordenone. «Sabato scorso era fondamentale vincere» esordisce «soprattutto per il morale della squadra che, questa settimana, ha potuto lavorare meglio e più serenamente rispetto a quelle precedenti, quando c’era maggior tensione per i risultati che non arrivavano. Va tenuto conto anche che, fino a sabato scorso, avevamo incontrato le più forti del girone, con la squadra sempre incompleta a causa di infortuni vari. C’è anche da non sottovalutare il fatto che nessuna partita è semplice, e la dimostrazione l’abbiamo avuta sabato scorso. Dopo aver vinto il primo set infatti, appena la concentrazione si è abbassata, siamo andate sotto». Questo non dovrà accadere domenica sera a Pordenone, contro un avversario alla portata di un roster che non merita l’attuale posizione di classifica. «Dovremo continuare questo percorso, cercando di salire ancora in classifica. La squadra è di ottimo livello e può ambire a raggiungere un obiettivo importante, come era stato detto ad inizio stagione. Attualmente la classifica non rispetta il nostro vero valore, ma abbiamo tutto il tempo per arrivare dove meritiamo. Contro il Bioxigen sarà fondamentale dare il massimo, cercando di dimostrare di che pasta siamo fatte e» conclude «vincere così un’altra partita».
Ufficio Stampa Arena Volley Team Verona