Francesca Rivoltella: «L’infortunio è alle spalle. Ora è il momento di cambiare rotta e battere Bedizzole»

L’imperativo è vincere. L’ottava giornata di campionato vedrà VIVIgas ritornare a giocare in casa per affrontare Bedizzole in uno scontro diretto da non fallire assolutamente. Dopo infatti la sconfitta subita a Vicenza contro l’Anthea, per la squadra di Greca Pillitu sarà obbligatorio portare a casa una vittoria, per il morale ma anche per la classifica, come spiega il centrale Francesca Rivoltella, analizzando anche la partita di sabato scorso. «Bisogna riconoscere» esordisce «che Anthea si è dimostrata una squadra di livello, costruita per fare il salto di categoria e più forte di noi in tutti i fondamentali. Noi però potevamo sicuramente fare meglio, perché abbiamo commesso troppi errori, che hanno condizionato l’andamento della partita. Inoltre» prosegue «abbiamo sofferto molto in ricezione, non riuscendo anche a mettere giù la palla come speravamo. Alla fine infatti le percentuali d’attacco sono state basse. Questo» ammette «anche perché il muro di Anthea di è dimostrato difficilmente penetrabile». Che sabato scorso dunque fosse un’impresa espugnare Vicenza era pronosticabile, però riguardo ad alcuni frangenti della partita, VIVIgas deve fare mea culpa per non aver gestito al meglio delle situazioni che magari avrebbero permesso di vincere almeno un set. «I parziali di due set sono stati buoni quindi, sistemando qualcosa ed evitando soprattutto qualche errore gratuito, ci sarebbe stata la possibilità concreta di portare a casa un set». Così purtroppo non è stato, e VIVIgas si ritrova dopo sette giornate, delle quali una di riposo, con soli quattro punti in classifica ed al penultimo posto. Contro Bedizzole dunque sarà fondamentale vincere. «Non pensavo assolutamente di iniziare il campionato in questo modo, soprattutto perché la squadra è formata da giocatrici di buon livello. Per questo» sottolinea «sabato non avremo alternative e dovremo solo vincere. Stiamo lavorando molto in palestra per riuscire a metterci alle spalle questo periodo negativo e, a mio avviso, penso che ultimamente stiamo migliorando». Grazie anche all’apporto della Rivoltella che, dopo uno stop forzato a causa di un infortunio, ora è ritornata a pieno servizio. «È stato un inizio difficile, perché mi sono strappata alla prima giornata di campionato e, dopo essere rientrata a Vicenza, questa settimana sono riuscita ad allenarmi al meglio, per poter dare il cento percento sabato sera. Tutte quante dovremo lavorare bene con impegno per non fare più passi falsi e» conclude «iniziare a risalire in classifica vincendo sabato sera».  
Ufficio Stampa Arena Volley Team Verona