Alessia Mazzi, parola di capitano: «Quest’anno VIVIgas punterà ai piani alti della classifica»

Alessia Mazzi non vede l'ora di iniziare un'altra stagione in serie B1, con il chiaro obiettivo di fare un gran campionato. Dopo due settimane di preparazione il capitano di VIVIgas infatti afferma: «Siamo tutte stravolte» esordisce sorridendo «perché ad inizio preparazione i carichi di lavoro si fanno sentire. Scherzi a parte» prosegue «sono contenta, perché penso che la squadra di quest’anno sia molto bella e quindi potenzialmente forte, grazie anche ad una mirata campagna acquisti che ha rinforzato in ogni ruolo tutto il roster». Sarà il campo ovviamente a dare il responso, con VIVIgas chiamato a recitare un ruolo importante in un campionato comunque difficile. «Ci sono due, tre squadre molto forti e candidate alla vittoria finale. Poi però» prosegue «ci saremo anche noi, perché sono convinta che quest'anno potremo puntare ai piani alti della classifica». Riscattando un’annata giocata spesso in salita, dovendo affrontare troppi imprevisti. «L’anno scorso hanno pesato tanto gli infortuni che, purtroppo, sono inconvenienti che non si possono prevedere». Oltre agli infortuni però, per essere tra le grandi si dovrà avere soprattutto anche il giusto atteggiamento. «Dovremo avere il giusto carattere se vorremo raggiungere determinati risultati ma, grazie agli innesti di giocatrici con esperienza e di qualità, sono certa che riusciremo a centrare gli obiettivi prefissati.» Grazie anche ad Alessia, che si spenderà come sempre al massimo per trascinare VIVIgas il più in alto possibile. «Ogni anno dico che sarà l’ultimo, ed invece sono ancora qui, e non vedo l’ora di poter iniziare a giocare le partite di campionato. Il mio obiettivo sarà come sempre poter essere utile alla squadra e contribuire nel miglior modo possibile affinché si possano ottenere dei risultati positivi, riuscendo magari anche a giocare bene». In modo da poter essere un’ottima vetrina della nuova realtà Arena Volley Team Verona. «Penso che l’operazione fatta possa solo fare del bene alla pallavolo femminile a Verona, che potrà così raggiungere un livello molto alto. Per noi è una bella responsabilità perché» sottolinea «dovremo essere un punto di riferimento per tutte le ragazze che giocano e che aspirano ad arrivare fino in prima squadra». Tra tutte quelle ragazze ce ne sarà sicuramente una che, un giorno, vestirà la maglia del capitano che comunque, per ora, se la tiene ben stretta. «Sicuramente un giorno sarà così, però» conclude «intanto mi tengo il posto ben stretto, perché ho ancora tanta voglia di giocare e fare un anno alla grande con VIVIgas».

 
Ufficio Stampa Arena Volley Team Verona