Vetrocar Arena Volley: un gran risultato!

Un gran risultato, se raggiunto e non programmato, è ancora più speciale e vale doppio. Vetrocar Arena Volley ha disputato il campionato U12 raggiungendo un inaspettato ma alla fine tanto meritato quarto posto. Iniziata senza tante pretese ma con l’intenzione di far crescere un gruppo in prospettiva futura, l’annata si può definire ottima, come racconta l’allenatrice Jenny Caobelli. «Ad inizio stagione la squadra è stata un po’ improvvisata, nel senso che non era nostra intenzione fare selezione. Abbiamo infatti messo insieme le ragazzine dei due gruppi del minivolley, senza fare troppi calcoli. Per alcune di esse infatti era la prima esperienza, per questo ci siamo posti l’unico obiettivo di farle crescere dal punto di vista atletico e tecnico». Ed invece, giorno dopo giorno, la squadra è cresciuta sempre di più, sorprendendo tutti. «Grazie ad un pizzico di fortuna ma soprattutto al grande impegno messo dalle ragazze, le cose sono andate sempre meglio. Va tenuto conto che facevamo tre allenamenti a settimana che, un impegno non da poco. Questo però ha permesso un miglioramento importante come riscontrato sul campo». Compiendo un gran cammino. «Abbiamo vinto tutte le partite della prima fase e poi, nel girone delle prime contro squadre più attrezzate, trovato gli stimoli giusti che ci hanno permesso di vincere una gran partita contro La Vetta e approdare alle semifinali. A quel punto» prosegue «si sono sommati vari fattori, ed abbiamo perso, così come la finale per il terzo posto contro Vidata». Arrivando però ad un più che meritato quarto posto. «La soddisfazione è stata maggiore perché nessuno se l’aspettava. Inoltre» sottolinea «l’U12 è un campionato misto, e noi invece abbiamo sempre schierato una squadra formata solo da ragazzine, a differenza delle altre squadre che nelle finali avevano dei maschietti». Il messaggio di Jenny alla squadra non può che essere positivo ed un augurio per il futuro. «L’impegno profuso dalle ragazze ha dato dei risultati apprezzabili. Infatti» sottolinea «è solo grazie al loro impegno ed alla grande forza di volontà se siamo riusciti ad arrivare fino al quarto posto. Di questo dovranno far tesoro per i prossimi anni ed io non posso che essere orgogliosa di loro. Loro saranno il nostro futuro e» conclude «vedendo le premesse e la risposta ottenuta, c’è da ben sperare». (m.h.)