Oscar Magri traccia il bilancio della 5° edizione del torneo La Vecia

Bene, bravi, bis! Anche quest’anno si è disputato il torneo La Vecia che, oltre a tante novità legate al regolamento, ha registrato un ottimo successo, nei numeri e nell’impegno profuso da partecipanti e volontari. A fare un bilancio di questa quinta edizione, disputata giovedì 4 gennaio, è Oscar Magri, responsabile del settore giovanile di Arena Volley ed organizzatore del torneo. «Quest’anno» esordisce «è stata studiata una formula diversa per disputare il quadrangolare. Le nostre U14, U16, il Peschiera U16 e il Gemini U16 si sono affrontate disputando dei set a tempo. Ogni frazione di gioco infatti durava 15 minuti, compresi i time out, con la possibilità data alle ragazze di giocare maggiormente e a noi organizzatori di gestire al meglio tutte le varie tempistiche». Come sottolinea Magri, «È andato tutto benissimo, tenendo conto che era stato organizzato anche il pasto per le ragazze ed anche per i genitori, richiedendo uno sforzo non da poco. Siamo però riusciti a far andare tutto per il meglio grazie al gran lavoro dei volontari presenti che hanno servito i circa ottanta coperti presenti». Un torneo dunque positivo per quanto riguarda l’organizzazione logistica ma soprattutto sportiva, dal momento che ogni tempistica è stata ottimizzata riducendo anche i tempi tra una partita e l’altra. «È stato fatto un bel lavoro di squadra tra responsabili e genitori. Fattore molto importante è stato il poter giocare le partite al Parrocchiale e, nel frattempo, far riscaldare le altre squadre nella palestra adiacente. Una volta terminata una partita quindi ne iniziava un’altra praticamente subito dopo. Tutto è dunque andato per il meglio e ci siamo divertiti, a parte un piccolo infortunio occorso ad una ragazza del Gemini che si è infortunata ad un pollice». Per la cronaca il torneo è stato vinto dal Peschiera che, come conclude Magri, «Ha ottenuto il maggior numero di punti. Il regolamento, infatti, oltre a prevedere dei set a tempo, prevedeva che vincesse la squadra che avesse fatto il maggior numero di punti, ed il Peschiera è stata la migliore. Quello che però mi preme sottolineare, è che il nostro obiettivo era far giocare le ragazze il più possibile trascorrendo una piacevole giornata, e così è stato visto che abbiamo ricevuto molti complimenti anche per quanto riguarda i premi, che consistevano in cesti contenenti dolci e altre cose in numero tale da poter accontentare e da dividere tra tutte le ragazze presenti».  (m.h.)