SERIE D: Vidata Antares - VIVIgas Arena Volley

Vidata - VIVIGAS ARENA VOLLEY: 3 - 1 (25-13  21-25  25-20  25-14)

Una sconfitta che brucia. Inizia con una rovinosa caduta il 2018 della serie D, sconfitta pesantemente dall’Antares al termine di una partita che, oltre tanto amaro in bocca, ha riempito di nuvole il cielo sulla testa del mister PJ, come lui stesso conferma. «C’è tanta delusione per la sconfitta di sabato scorso» esordisce «e non riesco ancora a capire che tipo di squadra siamo. Non credo che ci sia da lavorare tanto sulla tecnica ma» sottolinea «soprattutto sulla testa delle ragazze». Come infatti PJ aggiunge, «Avevamo disputato il Trofeo Anderlini a Modena ad ottimo livello, giocandocela a viso aperto con squadre ben più forti di noi ma facendo bene, indipendentemente dai risultati ottenuti. La sconfitta contro l’Antares purtroppo ha dimostrato che siamo una squadra troppo altalenante come rendimento. Se fossimo in fondo alla classifica con pochi punti» prosegue «potremmo dire che questa è la nostra dimensione, invece abbiamo dimostrato di poter fare bene con chiunque, alternando però risultati di prestigio a cadute rovinose. E sarebbe troppo semplice trovare alibi dicendo che mancava qualcuno, quindi occorre un cambio immediato di marcia». Soprattutto perché perdere il derby in quel modo ha fatto ancor più male del previsto. «Dovremo imparare a gestire un certo tipo di emotività. Questo sarà importante per affrontare la fase importante della stagione». Con la possibilità di rialzare la testa da sabato quando VIVIGAS ospiterà la Pallavolo Este, ultima a zero punti. «Nel campionato U18 tra un paio di settimane ci scontreremo ancora contro l’Antares, e sarebbe buona cosa riscattare la sconfitta, soprattutto per l’umore della squadra, indipendentemente dall’arrivare prima o dopo in classifica. Sabato ci aspetta una carta semplice però starà a noi fare il meglio per rialzare la testa ed evitare di complicarci la vita».   (m.h.)