Parla Greca Pillitu in vista della trasferta di Udine

Fuori gli artigli! Andata in archivio con tanta amarezza la sconfitta di sabato scorso contro il Neruda Volley Bolzano, Vivigas è chiamata domenica ad un immediato riscatto. Avversario di turno sarà l’Est Volley San Giovanni Natisone di Udine, terzultima della classe a sei lunghezze dalla squadra guidata da Greca Pillitu che si aspetta una concreta risposta da tutte le ragazze. «Sabato scorso» esordisce «è andata male. Nonostante infatti avessimo giocato un buon primo set riuscendo a non far entrare in partita il Bolzano, nei set successivi, invece di continuare su quella strada, siamo uscite noi dalla partita». Contro una squadra che non aveva fatto niente di più rispetto al set iniziale. «Non hanno fatto niente di che, se non limitare qualche errore. Noi» ammette «invece di lottare e tirare fuori il carattere, ci siamo spente sempre di più, commettendo errori ingenui nei momenti più determinanti». Causando una brutta caduta da cui sarà fondamentale rialzarsi subito conquistando tre punti a Udine. «Serviranno la fame, il carattere e la determinazione che abbiamo visto però a momenti alterni. Fino ad oggi» prosegue «abbiamo dimostrato di poter far bene, ma alla prima difficoltà ci manca il carattere giusto per reagire. E questo non dovrà accadere domenica, dove sarà vietato sbagliare. Abbiamo dei punti di vantaggio e dovremo affrontare prossimamente il Bassano, penultimo con 8 punti, però sarà proprio in questa occasione che vorrò vedere come risponderà la squadra. Sarà una trasferta dura, visto che affronteremo un avversario che non può permettersi passi falsi». Per chiudere al meglio una stagione con tanti imprevisti. «Bisogna ammettere che quest’anno abbiamo avuto una serie di infortuni che mai avevamo registrato in passato. Questo però non dovrà essere una scusa, così come non dovremo permetterci di giocare con troppa leggerezza, pensando che comunque i punti si potranno conquistare nel prossimo scontro diretto». Si andrà dunque ad Udine per vincere e per dare alla Pillitu, e alla società, la risposta che ci si attende. «Nonostante ci siano disattenzioni in momenti determinanti, abbiamo giocato a viso aperto e bene anche contro le squadre di alta classifica, per questo» conclude «domenica vorrò da tutte una grande prova di carattere».   (m.h.)