Serie C recupero giornata 11

Serie C Giorgione Pallavolo - Vivigas Arena Volley  3-1  12 apr 2017
Oggi affrontiamo nel recupero infrasettimanale la squadra trevigiana ai vertici della classifica. Sappiamo che è impresa ardua riuscire a portare via punti su questo campo, dove hanno vinto praticamente sempre eccetto che per una partita, e lasciando agli avversari  4 set in tutto (compresa la sconfitta per 0-3).

Giocatrici convocate: Gelio, Bellè, Merzari, Zivkovic, Girelli, Galati, Guiotto, Maccacaro, Ferraro, Pettene, Favari. Allenatore Mori, Dirigente accompagnatore Corlianò.

1° Set: in campo: Merzari alzatore e Zivkovic opposto, Girelli e Guiotto al centro, Maccacaro e Bellè al lato e un improvvisato libero Gelio. Nonostante tutto iniziamo bene, senza timori reverenziali. C’è sostanziale equilibrio in campo anche se si percepisce che dall’altra parte stanno giocando con il cruise control regolato se non al minimo, quasi. Mori chiama a se le ragazze per il primo T.O. sull’8-12. Al rientro in campo ci attende un filotto di sei punti da parte del Giorgione, che ha, fra l’altro, l’arma segreta: l’opposto con battuta al salto, senza il quale la partita sarebbe stata sicuramente più abbordabile. Sul 18-11 per Treviso Mori fa entrare Ferraro per Zivkovic  e Pettene per Merzari. Recuperiamo spiccioli di punti, ma poi va in battuta “l’arma segreta” del Giorgione che da la spallata finale. Perdiamo 25-15.

2° set: l’inerzia iniziale è a favore del Giorgione con il solito opposto, ma rispondiamo subito con tre ace di Maccacaro. Fasi equilibrate, si va punto a punto. Al primo allungo di Treviso, Mori chiama la sosta sull’11-14. Il nostro attacco sembra ora spuntato, anche se cerchiamo di non lasciare scappare via il Giorgione. Sul 14-18 ancora doppio cambio: Ferraro e Pettene, rispettivamente per Merzari e Zivkovic. Senza eccessivi sforzi comunque le trevigiane riescono a mantenere ed incrementare il vantaggio. Sul 18-24 chiudono il cambio Merzari e Zivkovic. Perdiamo ancora 25-20.

3° set: stessa formazione del primo e secondo set, ancora equilibrio, anche se in questo parziale il Vivigas sembra voler cambiare l’inerzia della partita. Il Giorgione chiama T.O. in svantaggio 8-11. Le nostre cercano di mantenere a distanza le trevigiane, che chiamano ancora la sosta sull’11-16. Sembrano più fallose, anche la loro arma segreta sembra avere le polveri bagnate. Sul 14-17 per noi Mori chiama T.O. per prevenire il ritorno del Giorgione. Le nostre ragazze si aggiudicano il set 19-25.

4° set: le nostre ragazze entrano in campo sperando di ripetere il set appena vinto, e il Giorgione dovrà ristabilire l’ordine in campo che aveva caratterizzato i primi due set. Si capisce dall’abbrivio che non sarà facile. Ci mettono sotto pressione da subito, e Mori cerca rifugio nel T.O. sul 4-9. La cura sembra fare effetto seppur lentamente. Ci riavviciniamo alle trevigiane e stavolta chiamano loro il T.O. ancora in vantaggio per 15-14. Al rientro però le nostre sembrano irriconoscibili. Il Giorgione approfitta e mette punti in cascina. Mori effettua il doppio cambio già visto: Pettene per Merzari e Ferraro per Zivkovic. Subito dopo chiama sosta con il Giorgione avanti 15-20. Il rientro in campo vede però il Giorgione tirare la volata finale non concedendo nulla al Vivigas. Vincono 25-20.

Adesso bisogna giocare le tre partite che rimangono con il pugnale tra i denti, e vincerle tutte, magari con uno scarto punti importante, sperando ovviamente che il Rossano faccia tripletta di sconfitte. È chiedere troppo? Vedremo!