Mission di Arena Volley

MISSION ARENA VOLLEY

Un fenomeno preoccupante dei nostri tempi è quello dei bambini annoiati, obesi, apatici. Ciò è dovuto al fatto che la nostra società favorisce un unico tipo di educazione: quella incentrata sull’immagine esteriore. I bambini e i ragazzi non sentono più il bisogno di pensare e immaginare, non sentono la necessità di agire nell’immaginazione e dunque anche il corpo si blocca, si arresta, non si muove. Ciò è molto grave perché nella “non azione” si arresta anche lo sviluppo dell’intelligenza.

ARENA VOLLEY si batte contro l’idea che “tutto mi è dovuto” per cui a chi gioca con noi diciamo chiaramente che “non tutto è dovuto, ma è giusto che ognuno impari a guadagnarsi qualcosa con fatica e si conosca il prezzo del sacrificio e del rifiuto”.

OBIETTIVI

ARENA VOLLEY  si impegna ad aiutare i giovani a “tirare fuori” potenzialità umane e tecniche che li caratterizzano: la palestra è il luogo in cui, attraverso l’insegnamento di regole sportive e comportamentali, si trasmettono valori che saranno un valido supporto per una crescita civile e rispettosa, anche al di fuori dello sport.

La pallavolo è una delle forme più efficaci di socializzazione: nella squadra ciascuno ha il proprio ruolo ed esterna le proprie attitudini, ma poiché non può farlo da solo si pone in rapporto con gli altri ed il proprio valore personale è amplificato dal collettivo.

PROGETTO EDUCATIVO

Le atlete/i ricercano loro stesse/i in un ambito diverso da quello familiare dove poter crescere e scoprirsi nelle proprie qualità e nei propri limiti. Si fa sport per stare assieme, per divertirsi, per giocare e per misurarsi con gli altri. Attraverso la pallavolo, seriamente praticata, si scoprono valori e legami di squadra che sollevano dall’affrontare da soli vicende emotive e tensioni personali: l’individuare il proprio posto, la propria funzione, il rapportarsi con gli altri, l’assumersi le proprie responsabilità, aiuta i giovani nel loro processo di crescita.

Attraverso la pallavolo vorremmo formare persone:

  • Disciplinate. Per affrontare nelle migliori condizioni gli allenamenti più impegnativi e le competizioni è necessario condurre una vita regolare, fatta di sane abitudini e di riposo.

  • Rispettose delle regole, perché senza regole non c’è gioco.

  • Responsabili, perché ognuno deve assumersi le proprie responsabilità.

  • Fiduciose nelle proprie capacità.

  • Capaci di confrontarsi con altri e scoprire la ricchezza dello stare assieme.

  • Felici di collaborare con gli altri.

  • Consapevoli dei propri limiti e desiderose di superarsi, con fatica, ogni giorno.

  • Capaci di soffrire perché spesso è necessario saper soffrire in allenamento e durante le gare. Essere abituati a resistere per raggiungere un obbiettivo, superare i momenti difficili di una gara sono condizioni necessarie per arrivare a livelli di prestazione ottimali e per esprimere il potenziale di ognuno e della squadra.